web designer web designer web designer

Il datore di lavoro di me stesso
Scritto da Arquen il 08/mag/2013 | 5075 letture

Per gioco ho iniziato a fare Siti Web. Al PC c'è chi gioca ai GDR, c'è chi gioca al calcio o ai giochi di strategia, a me ha incuriosito realizzare Siti Internet.

Un giorno, non ricordo esattamente quando, e non ricordo assolutamente il motivo, notai che alcune persone tra le mie amicizie su MSN Messenger (prima Windows Live Messenger si chiamava così), avevano un diario personale: il blog. La cosa mi incuriosì e lo creai anch'io. Non lo creai per scriverci i miei pensieri, anche se qualcosa scrissi, ma sopratutto per capirne il funzionamento. C'erano i cosiddetti smanettoni che riuscivano a modificare il loro blog utilizzando strani codici, così iniziai anch'io ad usare quei codici: modificai il colore dei link, del testo, misi le gif animate e anche la musica di sottofondo.

Un giorno scovai il blog di una ragazza. Nel blog aveva linkato anche il suo sito ospitato da Xoom (mi pare, boh). Mi incuriosì questa cosa e così dopo delle ricerche scaricai FrontPage (un software per creare siti internet). Creai il primo sito, ma non sapevo come pubblicarlo online. Mi tornò utile la conoscenza di quella ragazza. Chiesi quale software utilizzasse per l'upload delle pagine del suo sito. Non era Filezilla. Utilizzai lo spazio gratuito messo a disposizione dal mio gestore telefonico (Infostrada) e caricai il mio primo sito su Digiland.

Per imparare HTML e CSS scovai un sito che è tutt'ora online, si chiama Web Link. Lo reputo tutt'ora il miglior sito di guide per principianti (e non solo). Poco dopo scoprì anche il PHP e subito dopo che su Digiland non era possibile utilizzare linguaggi di programmazione. Cercando scoprì Altervista. Dopo poco sostituì FrontPage con Notepad++. Modificando ripetutamente il sito ho imparato tantissimo su HTML e CSS ed anche un po' su Javascript e PHP.

Siccome su Altervista è problematico utilizzare il database MySql, moltissimi membri della community utilizzano script che non fanno uso del database MySql. Un giorno cercando un forum da aggiungere al mio sito, trovai Exbb (non so se esiste ancora). Un forum creato da programmatori russi e tradotto in italiano da una ragazza (bravissima programmatrice). Iniziai a frequentare quel forum per informarmi e collaborare. Realizzai anche un tema per Exbb. La programmatrice nel forum aveva in firma l'hosting Tophost. Incuriosito, dopo averci riflettuto un po', acquistai un dominio. Su Tophost costa pochissimo.

Per tanti anni ho usato un vecchio Pentium III. Usarlo mi ha impedito di imparare ad utilizzare decentemente i software di grafica, ma mi ha consentito di realizzare Siti Web leggerissimi.

Oltre al primo dominio che si chiama boscodark.it, tutt'ora attivo e al secondo arquen.it, ne ho acquistati altri. Alcuni non li ho rinnovati mentre altri sono tutt'ora attivi. Creai un sito per pubblicare i miei appunti su HTML, CSS, Javascript, PHP, usabilità, accessibilità, ecc. Il sito era molto visitato e mi contattavano per uno scambio link. Chiacchierando con una di queste persone scoprì l'esistenza di Google Adsense. Pensai: se mentre gioco (creo un sito) guadagno qualcosa, tanto di guadagnato.

Un giorno scoprì che quello che facevo come gioco (realizzare Siti Web), mio cugino lo faceva per lavoro. Potevo vivere realizzando Siti Internet. Miracoloso dato che da solo non sarei mai riuscito a trovare un cliente. Contemporanemente ho continuato ad aggiornare i miei siti fino a quando sono iniziate ad arrivare delle proposte interesssanti. Dare spazio, nei miei siti, alla pubblicità di privati e aziende. Un'opportunità migliore di Google Adsense.

Adesso, lavoro comodamente da casa gestendomi gli orari e avendo come datore di lavoro me stesso.

Prossimo obiettivo: realizzare temi da vendere su themeforest.

← Torna indietro

← Torna indietro