web designer web designer web designer

10 suggerimenti per creare una fonte di guadagno su internet
Scritto da Arquen il 31/gen/2014 | 7118 letture

Provo ad elencarti tutti i suggerimenti che mi vengono in mente per fare soldi su internet.

  • Evita di creare un sito con dentro il forum, la chat, o qualunque altro servizio che costringa le persone a scrivere nel tuo spazio. Ormai esistono i social network. E' un dato di fatto. Tutti o quasi socializzano usando Facebook, Twitter, Pinterest, ecc.. Io addirittura penso che i blog personali non servono più a niente perché i pensieri che scrivi li leggono in pochi e non li commenta quasi più nessuno. Mi riferisco ai blog personali creati acquistando un dominio. I blog creati sulle piattaforme gratuite sono ancora utili. Ma nel blog creato acquistando il dominio non serve parlare dei fatti personali. Il blog deve offrire qualcosa. E' vero, ci sarà sempre qualcuno che odia i social, ma sarà sempre una piccolissima parte. Se vuoi guadagnare devi puntare alla percentuale maggiore di utenti che navigano. Devi offrire qualcosa che puoi segnalare sui social network.
  • Se crei un canale su Youtube e pubblichi video demenziali come quelli di Frank Matano puoi fare tanti soldi. Le tue fesserie puoi segnalarle su Facebook e Twitter. Le persone vengono indirizzate ai video e tu guadagni con la pubblicità inserita nel video. I video di Frank Matano generano milioni di visualizzazioni. Se per ogni visualizzazione guadagnasse anche solo 1 centesimo sarebbero 10 mila euro ogni milione di visite. Ok, è difficile generare milioni di visite, ma ti assicuro che non si guadagna solo 1 centesimo.
  • Youtube è un ottimo social per guadagnare, ma bisogna avere il coraggio di mostrarsi: come Frank Matano; come chi pubblica video musicali girati in casa per farsi pubblicità; come i tutorial di Clio Makeup; come le video ricette di cucina di Giallo Zafferano; come le breaking news nel canale breakingitaly di ShooterHatesYou.
  • Su Youtube puoi creare dei video virali come quelli che abbracciano, per finta, le cause sociali. Crei un video dove fai credere che sei interessato alla causa dei freelance sfruttati o delle bollette più alte d'Europa. Gli utenti diranno: sììì, è proprio come in quel video. Finalmente qualcuno che dice queste cose. E si scopre che chi fa il video non vive la crisi ma ha i soldi, non vive in Italia ma s'è trasferito all'estero. Un po' come quando vedi trasmissioni tipo Servizio Pubblico, dove il presentatore e gli ospiti sono tutti ricchi, non cacciano un euro per nessuno, riescono addirittura ad estorcere una donazione a 100 mila "ingenui". Poi parlano dei dissocupati, dei senza tetto, della mafia. Avrei potuto fare l'esempio dei politici, ma è come sparare sulla croce rossa.
  • Puoi caricare video di film appena usciti per farli guardare in streaming. Non conviene farlo su Youtube, ma su altri siti sì. Il sistema funziona in questo modo: ti registri in uno di quei siti che ti permettono di caricare video da mostrare in streaming. Chiunque clicca per far partire il video fa aprire anche la pubblicità. Un sistema simile è quello di trasmettere eventi sportivi in streaming. Funziona allo stesso modo. Prima di guardare il video bisogna cliccare sulla pubblicità.
  • Usando Facebook puoi creare delle pagine non ufficiali di personaggi celebri, meglio se scomparsi così nessuno potrà dirti nulla. Pubblichi delle foto con fantomatici aforismi che il personaggio famoso non ha mai detto. E tra una condivisione e l'altra ci metti la pubblicità.
  • Puoi creare un sito di false notizie, o di notizie con temi "scottanti", o di notizie demenziali. Crei un sito con una grafica di EMME, pubblichi una "notizia" scrivendo un titolo sensazionale. Condividi la notizia su Facebook e Twitter e aspetti che gli utenti, ignari, clicchino sul link. Entrando nel sito si troveranno di fronte decine di banner pubblicitari, alcune pubblicità si apriranno in automatico appena entrati nel sito per leggere la "notizia". Alcuni utenti pubblicheranno commenti del tipo: ma smettetela di pubblicare stronzate. Però continueranno a cliccare per leggerle. Sembra impossibile che esistano tante persone stupide, ma è così, poche persone sono intelligenti come me e te. L'esempio supremo è Giornalettismo. Però non è solo stupidità, è anche disattenzione o poca conoscenza di internet.
  • Per creare un servizio online interessante le migliori idee sono quelle più semplici. Facebook cos'è? Un luogo virtuale dove ognuno si fa i CI dell'altri. Twitter cos'è? Un guestbook con form di registrazione. Pinterest cos'è? Una galleria d'immagini con form di registrazione. Linkedin cos'è? Un cerca/offro lavoro. C'è un tipo che ha fatto un video. In questo video canta ripetendo sempre la stessa frase: ti disegno un gatto. In effetti lui disegna gatti. Lo stile del disegno è come quello di mio nipote di 7 anni. Il disegnatore in questione però di anni ne ha molti di più. Ogni disegno costa circa 10 dollari. Ne ha venduti tantissimi nel giro di un paio di anni. E' un genio? Può essere. Io però propendo per la stupidità umana. In conclusione, devi escogitare dei sistemi per farlo diventare visitatissimo il tuo sito. Bisogna scegliere l'argomento giusto. Progettare a lungo termine prima di realizzare. Avere molto tempo libero. Lavorare tenendo presente che il tuo progetto potrebbe essere acquisito da siti più famosi del tuo. Infine, come si usa dire dalle mie parti: cazzimma.
  • Fai credere di essere esperto in qualcosa scrivendo libri e organizzando corsi e seminari. Se c'è gente che acquista i prodotti delle televendite o che arrivano addirittura a prostituirsi per pagare Vanna Marchi, secondo te non comprano il tuo libro? Non spendono 300-400 euro per sentirti dire cretinate al seminario?
  • Sei un Web Designer, o Developer o Programmatore, stanco di lavorare per clienti che non capiscono nulla di internet e vogliono sempre pagare il minimo possibile? O per datori di lavoro che ti fanno lavorare gratis o da schiavo? Puoi creare dei temi da vendere su Themeforest o siti simili. Questi siti sono conosciuti in tutto il mondo quindi il tema è visibile a tantissime persone. Lo metti in vendita per esempio a 30 dollari. 100 persone al mese che lo comprano sono 3 mila dollari. Però devi essere bravo. Molto bravo.

Per ora non mi vengono in mente altri sistemi, ma a proposito del cliente tirchio ho un paio di aneddoti per concludere in bellezza questo articolo, anche se non c'entrano molto con i sistemi per guadagnare online:

  • Dove abito c'è stato un problema con il cancello della zona garage. L'amministratore di condominio ha dato l'incarico ad una persona di sistemare il cancello. Il problema non era il cancello, ma i pilastri che lo sostenevano. Quindi sono stati tolti dei mattoni, sono stati riposizionati meglio i pilastri, rimessi i mattoni e ridipinto il tutto. Questo nel giro di mezza giornata. Costo: 750 euro. Viene voglia di spegnere il pc e fare i muratori? Ora, se un muratore per mezza giornata di lavoro, per togliere e mettere 3-4 mattoni, chiede 750 euro, noi per un sito quanto dovremmo chiedere? Se il cliente fosse quel muratore e avesse da ridire sul prezzo sarebbe giusto fargli male fisicamente? :P
  • Insieme al mio collega-cugino lavorammo al sito di un parrucchiere. Siccome è un conoscente chiedemmo pochissimo (guai a fare così). Questo conoscente ha un problema: è tirchio e maleducato. Per lui qualunque cifrà è alta. Dopo aver pagato si è sentito in diritto di telefonare 100 volte, di chiedere 100 modifiche e di offendere. Un parrucchiere per un taglio, o una barba, o un'acconciatura particolare quanto può chiedere? Diciamo 20 euro? Con una media di 10 clienti al giorno sono 200 euro al giorno. Fa la fattura? In un mese sono 6 mila euro. E poi rompe il CI per un sito costato 4 soldi. Ci sarebbero tanti altri esempi da fare. Ognuno potrebbe raccontare storie di fatti realmente accaduti, giusto?

← Torna indietro

← Torna indietro